Storia

La IUCIM (Iuxta Cineris Montem, glorioso libro di latino usato in molte scuole medie del canton Ticino) nasce una sera di aprile 2007, durante una delle tante cene a casa dei fondatori. L’idea fu lanciata quasi per ridere, ma subito essa suscitò il loro entusiasmo e quasi di colpo scrissero gli statuti.

Negli anni passati era già presente un’associazione italofona, ma essa non ebbe molta fortuna e durò poco. Mancava quindi un’istituzione che riunisse e rappresentasse tutti gli studenti di lingua italiana presenti nella giovane università, come in tutte le città universitarie svizzere.

E’ nata così la IUCIM, con gli scopi di riunire e rappresentare gli studenti italofoni organizzando varie attività ricreative e culturali.

L’assemblea costituente (Filippo, Mauro, Francesco e Giovanni) formò il primo comitato. Francesco è stato scelto come primo presidente  poiché studente più anziano del gruppo.

Il primo anno l’associazione conta appena 20 soci (tutti gli studenti italofoni di Lucerna) e 3 soci onorari. Per fortuna l’affluenza di studenti di lingua italiana nel nostro ateneo è destinata a crescere di anno in anno e con essa, si spera, il numero di soci della IUCIM

La IUCIM ha cercato da subito la partecipazione e il patrocinio della ProTicino di Lucerna. Da parte loro è stata dimostrata alla nostra associazione subito simpatia e ci  hanno offerto volentieri il loro sostegno, di cui il nostro sito è frutto.

Come attività l’associazione ha iniziato subito bene, organizzando una gita a Berna a Palazzo Federale, ospiti dell’On. Lombardi, per assistere ai lavori delle Camere federali e per prendere parte ad un aperitivo con la deputazione ticinese al completo. Come prima attività, fu un bel successo.

Gli obiettivi dell’associazione sono di diventare entro breve una istituzione solida e con buone risorse, in modo da poter offrire a tutti gli studenti italofoni di Lucerna i più svariati servizi. Il lavoro dei primi membri del comitato non sarà facile. A loro aspetta il compito di consolidare l’associazione garantendone la sopravvivenza anche negli anni a venire. La vita della IUCIM è legata alla volontà di tutti gli studenti italofoni dell’università di mantenere questa istituzione e di riconoscersi in essa.

Ci auguriamo che la IUCIM non sia una realtà passeggera, ma che altri studenti la portino a crescere e a perdurare nel futuro.